La detrazione fiscale passa dal 55% al 65%

Il DL 4 giugno 2013, n. 63 ha stabilito che la percentuale detraibile passi dal 55% al 65%. Inoltre, l’accesso all’agevolazione è stata prorogato, ma in modo differenziato: dal 6 giugno (data di entrata in vigore del decreto) fino al 31 dicembre 2013 per tutti gli edifici; fino al 30 giugno 2014 per i condomini.

Ma non è tutto oro quello che luccica.

La nuova norma prevede che la detrazione non si applichi più agli interventi per la sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza, impianti geotermici a bassa entalpia e sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore. Inoltre il provvedimento ha un respiro estremamente breve – sembra più un rantolo – avendo come termine ultimo quello del 31/12/2013 per i privati e le aziende; un po’ più di tempo, fino a giugno 2014, lo hanno i condomini.

Molti operatori sono perplessi dalle scelte del governo poiché manca nuovamente l’elemento principale necessario per lo sviluppo e la stabilizzazione del settore: la possibilità di una programmazione.

Lascia un commento